Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Esistono metodi naturali per curare la gotta?

La gotta è una patologia che provoca una grave infiammazione di un'articolazione. Questi attacchi possono verificarsi all'improvviso (acutamente) e raggiungere rapidamente un punto di estremo dolore prima di attenuarsi. Un secondo attacco si verifica solitamente dopo un periodo di tempo che può essere di mesi o anni. Di solito colpisce un'articolazione diversa, soprattutto l'arto inferiore. La gotta può essere trattata, ma il tempo che intercorre tra un attacco e l'altro si accorcia e si prolunga nel tempo. Questo può portare a un peggioramento della gotta e all'interessamento di altre articolazioni.

Rimedi naturali

La gotta può essere trattata con rimedi naturali e con molti altri metodi. La gotta può essere trattata con il succo di frutta o di ciliegia. Le proprietà antinfiammatorie delle ciliegie possono contribuire a ridurre i livelli di acido urico nell'organismo e a impedire che si depositi nelle articolazioni, causando la gotta. Si possono usare ciliegie in scatola o fresche? Non importa se si scelgono ciliegie dolci o acide. Tutte le ciliegie sono rimedi naturali contro la gotta.

L'assunzione giornaliera di ciliegie dovrebbe essere compresa tra i dieci e i mezzo chilo. Un'altra opzione è rappresentata dal succo concentrato di ciliegia (1 cucchiaio a persona). È efficace per curare la gotta.

Dieta corretta

La gotta può essere trattata naturalmente anche con la dieta. Le purine della dieta sono responsabili di circa 50% della produzione di acido urico dell'organismo. Una dieta modificata a base di purine o a basso contenuto di purine può aiutare a prevenire futuri attacchi di gotta. Una dieta a basso contenuto di purine è quella che elimina i seguenti alimenti ad alto contenuto di purine: carni d'organo, animelle, cervelli e reni, intingoli di carne, estratti di carne, capesante, pesce selvatico, sgombri, aringhe, acciughe e sardine.

Una dieta a basso contenuto di purine consente una sola porzione al giorno dei seguenti alimenti: fagioli e piselli secchi; asparagi, cavolfiori, spinaci o funghi; pollame, carne, pesce; fagioli, piselli e asparagi secchi. Si può anche prendere in considerazione una dieta modificata per le purine. Si tratta di una dieta che elimina gli alimenti ad alto contenuto di purine come fegato, cervello, reni e altre carni di organi.

Le diete modificate con purine consentono di consumare alcuni alimenti proteici in quantità superiore a 100 grammi al giorno. Un etto di carne contiene 7 grammi di proteine. Pane e cereali contengono circa 3 grammi di proteine ciascuno. Una porzione corrisponde a mezza tazza di riso o a una fetta di pane. È possibile assumere proteine dal latte, dalle uova e dal formaggio. Questi alimenti sono ricchi di proteine e poveri di purine.

Idratazione

Un rimedio naturale per la gotta consiste nell'aumentare l'assunzione di acqua. In questo modo è possibile eliminare gli acidi urici in eccesso e prevenire la formazione di calcoli renali. Si raccomanda di consumare almeno otto bicchieri d'acqua al giorno, ovvero tre litri. Chi soffre di gotta dovrebbe evitare l'alcol perché aumenta la produzione di acidi urici e ne inibisce la secrezione. È importante perdere peso per prevenire la gotta.

Tuttavia, il digiuno può causare una rapida perdita di peso che provoca il rilascio di acido urico da parte delle cellule che vengono scomposte. Si dovrebbe invece provare a perdere peso in modo lento e costante.

Cataplasma al carbone vegetale

È un altro trattamento naturale per la gotta. È necessario combinare mezza tazza di carbone attivo in polvere con qualche cucchiaio di semi di lino. Frullare il tutto fino a ottenere una farina. Aggiungere una quantità di acqua calda sufficiente a formare una pasta. Applicare la pasta sull'articolazione interessata. Coprire con plastica o con un panno. Cambiare la medicazione ogni quattro ore o lasciarla per diversi giorni. Il cataplasma di carbone può macchiare gli indumenti e la biancheria da letto.

Per trattare la gotta si può anche utilizzare un bagno al carbone vegetale. Mescolate una mezza tazza di polvere di carbone e acqua in una bacinella che non si macchi facilmente. Aggiungere acqua alla bacinella fino a coprire completamente il piede. Il piede deve essere immerso nel bagno di carbone per 30-60 minuti.