Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Come si cura la gotta nell'alluce?

Come si cura la gotta nell'alluce? Rispondete qui!

Per trattare e prevenire un attacco acuto di gotta nell'alluce, l'obiettivo è ridurre il dolore e l'infiammazione. Un sollievo immediato dal dolore della gotta si basa solitamente sulla somministrazione di farmaci (antinfiammatori, colchicina o glucocorticoidi), oltre che sul riposo dell'articolazione colpita e sull'applicazione di freddo sulla zona per alleviare i sintomi. Quindi, si può fare:

  • Assumere farmaci, come colchicina e corticosteroidi.
  • Bevete acqua per rimanere idratati. Se la restrizione di liquidi è dovuta a un'insufficienza renale, parlate con il vostro medico o dietologo della gotta e della gestione dei liquidi.
  • Non bere alcolici e non mangiare cibi ad alto contenuto di purine.
  • Togliete lo stress all'articolazione. Ad esempio, provate a camminare con un bastone.
  • Elevare l'articolazione interessata.
  • Applicare un impacco freddo per mantenere l'articolazione fresca.
  • Trovare modi per alleviare la tensione causata dal dolore, come la respirazione profonda e la meditazione.

Ecco altri consigli:

1. Raggiungere e mantenere un peso sano

Perdere peso riduce i livelli di acido urico e il rischio di attacchi di gotta, oltre a ridurre lo stress sulle articolazioni. A tal fine, cercate di fare esercizio fisico regolare e, se necessario, di assumere meno calorie. Un nutrizionista può consigliarvi sulle vostre esigenze a questo proposito.

2. Sì all'acqua, no all'alcol

Parlate con il vostro medico del giusto apporto di liquidi per voi. In generale, è bene bere almeno dieci-dodici bicchieri d'acqua al giorno (circa due litri al giorno), soprattutto se si soffre di calcoli renali di urati. Sarebbe invece consigliabile ridurre la birra (con o senza alcol) e le bevande alcoliche ad alta gradazione, poiché aumentano la produzione di acido urico e portano alla disidratazione.

3. Controllare regolarmente il livello di acido urico

Se il rischio di sviluppare la gotta è elevato, è molto importante sottoporsi regolarmente a esami del sangue per prevenire e individuare un'eventuale iperuricemia. Il medico vi indicherà la frequenza degli esami.

4. Controllare regolarmente i livelli di colesterolo, pressione e glicemia.

Poiché sempre più prove dimostrano che la gotta è associata a malattie cardiovascolari, è molto importante monitorare i fattori di rischio associati: colesterolo, pressione sanguigna e livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, bisogna smettere di fumare.

5. Evitare gli alimenti ricchi di purine

Se siete a rischio di gotta o se i vostri livelli di acido urico sono già elevati, dovreste escludere o ridurre il consumo di frattaglie (reni, animelle, ecc.) e di carne rossa e selvaggina. Anche alcuni tipi di frutti di mare e di pesce grasso (acciughe, aringhe, sardine, cozze, capesante, trote, eglefino, sgombri e tonno) non sono adatti.

6. Ma non le verdure

Gli studi dimostrano che, sebbene siano ricchi di purine, i vegetali non aumentano il rischio di gotta o di attacchi acuti ricorrenti. Per questo motivo, è possibile includere nella dieta asparagi, spinaci, piselli, cavolfiori e funghi.2. Sostituire proteine e zuccheri con la dieta mediterranea.

7. Sostituire proteine e zuccheri con la dieta mediterranea

Per prevenire l'iperuricemia, è consigliabile moderare il consumo di carne e frutti di mare ricchi di proteine e di zuccheri raffinati (pane bianco, torte, dolci, bevande zuccherate come alcune bibite...). Cercate invece di mangiare più frutta, verdura, cereali integrali, noci e legumi.

8. Puntate sulla vitamina C

Questo può aiutare a ridurre il livello di acido urico nel sangue, quindi se siete a rischio, dovreste mangiare agrumi ricchi di questo nutriente, come arance, kiwi e mandarini. Potete anche chiedere al vostro medico la possibilità di assumere integratori giornalieri. Altri alimenti o sostanze associate a un minor rischio di attacchi di gotta sono le ciliegie, la caffeina - che va sempre assunta con moderazione - e i latticini scremati.

9. Siate pazienti

La gotta è una delle poche malattie reumatologiche che possono essere curate. Sebbene si tratti di un processo che può richiedere anni, se i livelli di acido urico vengono mantenuti bassi abbastanza a lungo, i cristalli tenderanno a dissolversi. Senza cristalli, la gotta non esiste e la malattia è guarita.

10. Seguire fedelmente il trattamento prescritto dal medico.

Se, come è molto frequente in questi casi, avete bisogno anche di un trattamento farmacologico prescritto dal medico, non dimenticate di assumerlo. Assumetevi la responsabilità di capire a cosa serve ogni farmaco e le situazioni in cui va assunto in relazione alla vostra malattia, nonché i possibili effetti collaterali e cosa fare in caso di problemi. Chiedete al vostro medico curante se avete domande.

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media 5 / 5. Conteggio dei voti: 1

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento