Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Come si elimina la gotta?

In genere, per sciogliere i depositi di cristalli e quindi curare la gotta è necessario ricorrere a farmaci che riducono la produzione di purina o ne aumentano l'eliminazione. Infatti, la riduzione dell'acido urico può ridurre il rischio di gotta e può persino prevenire le successive riacutizzazioni nelle persone affette da questa patologia.

La maggior parte dei malati di gotta deposita urati nei tessuti da anni senza saperlo o accorgersene. Per questo motivo non è facile sciogliere questi accumuli e liberarsi della gotta. Una cosa molto importante è cambiare dieta e stile di vita.

Esistono numerosi rimedi naturali per la gotta. La maggior parte di essi ha un'efficacia scientificamente provata.

Ad esempio, un ottimo rimedio casalingo per abbassare i livelli elevati di acido urico consiste nel preparare una miscela di bicarbonato di sodio e acqua. Basta aggiungere un piccolo cucchiaio di bicarbonato di sodio in mezzo bicchiere d'acqua e il gioco è fatto. L'ideale è bere otto bicchieri al giorno con questo preparato. Tuttavia, nei giorni in cui lo assumiamo, dobbiamo seguire una dieta povera di sale, poiché il bicarbonato contiene sodio.

Per abbassare l'acido urico alto, dobbiamo sempre mantenere una buona idratazione dell'organismo. Dobbiamo bere tra 1,5 e 2 litri di acqua al giorno per stimolare la funzione renale, poiché le purine che aumentano l'acido urico vengono eliminate attraverso l'urina. Oltre a bere acqua, possiamo consumare tè verde o tarassaco.

Gli agrumi come arance, limoni e pompelmi sono ideali per ridurre l'acido urico alto. Ma anche altri frutti come ciliegie, fragole, lamponi, mirtilli, mele, uva o banane sono in grado di ridurre i livelli di acido urico. Anche la frutta secca cruda o tostata (ma non fritta), i latticini e le verdure come il sedano, il cavolfiore, i porri e i fagiolini sono molto utili in questo senso.

I latticini dovrebbero includere latte scremato, yogurt magri che non contengono panna e formaggi non grassi. Inoltre, dovrebbero essere inclusi oli di oliva e di semi come il girasole o il mais, ma non grassi come lo strutto, il burro o la panna.

Anche i semi biologici sono ottimi per abbassare i livelli di acido urico. I semi di lino, di erba medica e di orzo sono ricchi di proteine, fosforo e magnesio, così come i semi di lino, di chia o di equiseto. Tutti questi alimenti dovrebbero essere introdotti nella nostra dieta se abbiamo problemi di acido urico elevato.

Ci sono anche diversi alimenti che aumentano l'acido urico o che non dovremmo consumare se soffriamo di questo problema.

È il caso dei visceri (fegato, cuore e reni), dei frutti di mare sia freschi che in scatola, del pesce grasso (salmone, tonno o sardine), della carne rossa (manzo, maiale, manzo o agnello), dei legumi, sia freschi che secchi, degli spinaci, degli asparagi, dei funghi e delle bevande alcoliche come la birra. Non bisogna nemmeno mangiare insaccati grassi come il chorizo o le salsicce.

In caso di acido urico elevato, è necessario controllare il consumo di alimenti come il caffè, i dolci industriali, gli alimenti disidratati come le zuppe in bustina e i cereali e i prodotti da essi derivati.

In breve, il controllo della dieta è un fattore chiave per ridurre l'eccesso di acido urico nell'organismo. Si tratta di un problema che deve essere affrontato per tempo, poiché può portare a gravi complicazioni renali e influire sulla salute cardiovascolare.

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media 4.2 / 5. Conteggio dei voti: 18

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento