Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Come usare la curcuma per la gotta?

Il potere antinfiammatorio della curcumina è stato paragonato a quello dei farmaci che eguaglia nell'effetto antinfiammatorio. È quindi consigliata per i dolori articolari, in caso di artrite o gotta, o per i dolori muscolari, in seguito a sport o infortuni.

Il consumo di curcuma nel suo complesso è migliore rispetto al consumo di curcumina "pura", perché la curcumina interagisce con altri componenti della pianta. Infatti, gli esperti di medicina ayurvedica indiana raccomandano di utilizzare la forma semplice della curcuma, quella che è stata usata per migliaia di anni e che si è dimostrata efficace.

La curcuma è molto apprezzata per i suoi benefici per la salute, ma è molto importante accompagnarla con il pepe nero. Grazie alla piperina, il suo composto pungente, aumenta l'assorbimento della curcuma di circa 158%.

È quindi importante aggiungere pepe o un grasso (olio, burro, ecc.) per aumentare la biodisponibilità della curcuma, cioè l'assorbimento dei curcuminoidi attraverso la mucosa intestinale.

Per il dosaggio di curcuma e pepe, utilizzare il rapporto 9:1, cioè 9 dosi di curcuma per una dose di pepe. È possibile aggiungere un'altra spezia antinfiammatoria, come lo zenzero o la cannella, nel qual caso utilizzare il dosaggio 9:5:1, ossia 9 dosi di curcuma, 5 dell'altra spezia e 1 di pepe.

Se il sapore della curcuma vi dà fastidio, potete mettere la polvere in capsule neutre disponibili in farmacia e parafarmacia.

Gli infusi possono essere assunti a scopo preventivo, ma questo è anche il modo migliore per assumere la curcuma a scopo curativo: Mettere in infusione da 1 a 2 g di curcuma in polvere con 3 o 4 grani di pepe nero in 150 ml di acqua bollente per 10-15 minuti. Bere 2 tazze al giorno. Si può anche far bollire una radice di curcuma per 3 minuti, quindi lasciare in infusione il decotto per 10 minuti. Berne 2 o 3 tazze al giorno.

In infusione, è interessante preparare un infuso di curcuma e limone, essendo la spezia gialla e l'agrume due ingredienti complementari che agiscono in sinergia.

Per alleviare le infiammazioni, si ritiene necessario assumere l'equivalente di 200 mg - 400 mg di curcuminoidi, 3 volte al giorno, che corrisponde ad almeno 3 g di curcuma, 3 volte al giorno.

NB: la curcuma può essere utilizzata esternamente, ad esempio contro le infiammazioni della pelle, e viene generalmente applicata come cataplasma.

In breve, è possibile trovare la curcumina in diversi modi:

  • Innanzitutto ci sono le forme fresche, cioè il rizoma fresco che si può trovare nei negozi di prodotti biologici. Potete grattugiarlo e aggiungerlo agli alimenti o metterlo nell'estrattore di succo.
  • Avete la forma in polvere del rizoma secco. È la polvere arancione che conoscete bene, direi la forma più classica.
  • Esistono forme liquide, spesso una macerazione alcolica dei rizomi.
  • Esiste poi un'intera gamma di prodotti standardizzati in curcuminoidi, solitamente capsule, che di solito garantiscono 95% di curcuminoidi nel prodotto.

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media 4 / 5. Conteggio dei voti: 22

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento