Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

La curcumina fa bene alla gotta? Trovate oltre 13 risposte che vi sorprenderanno davvero

Perché la curcumina per la gotta è una rivelazione?

La curcuma, grazie alla sua ricchezza di nutrienti e principi attivi, è una spezia dai molteplici benefici per la salute, ma le proprietà della curcuma sono in gran parte dovute a composti chiamati "curcuminoidi", composti da 90% curcumina.[1]

Quando si parla di curcuma e dei suoi benefici per la salute, è impossibile trascurare l'importante ruolo svolto dalla curcumina, il suo principale ingrediente attivo. Le proprietà e le controindicazioni della curcumina saranno analizzate in modo più approfondito man mano che continueremo ad approfondire l'argomento.

Lo trovate qui: Fyron G1 Curcumina.

Informazioni generali

La curcumina (diferuloilmetano), un colore polifenolico, fa parte del gruppo dei curcuminoidi. È un pigmento liposolubile (solubile in olio) e solubile in etanolo. Si ricava dalle radici e dalle foglie della curcuma, nota anche con il nome di "curcumina". Questa molecola stabile è estremamente resistente al calore e viene utilizzata in cucina con una delle spezie più conosciute: la curcuma. La curcuma è di colore giallo. La curcuma può essere utilizzata anche come ingrediente di coloranti alimentari naturali (E100). Può essere assunta come integratore alimentare o come integratore alimentare a base di curcuma.

La curcumina, come la maggior parte dei curcuminoidi, non è ben assorbita dall'organismo. È un dato di fatto della natura.[1] Viene spesso combinata con la piperina a causa della sua bassa biodisponibilità. Si ritiene che ciò aumenti l'assorbimento da parte dell'organismo.[2] C'è ancora un dibattito sulla relazione tra curcuma e pepe. Si sta studiando l'importanza degli omega 3 (oli di pesce) nell'assorbimento della curcuma.

Proprietà della curcumina

Questi sono alcuni dei numerosi benefici della curcumina sull'organismo.

La curcumina ha proprietà antiossidanti

La curcumina può essere descritta come un pigmento naturale. Gli studi hanno dimostrato che la curcumina ha forti proprietà antiossidanti.[3] La curcumina contrasta i radicali liberi e lo stress ossidativo e previene i danni alle cellule. I curcuminoidi, che sono antiossidanti naturali, contribuiscono inoltre a eliminare i radicali liberi in eccesso dall'organismo.

La curcumina può aiutare a prevenire lo sviluppo e la progressione dei tumori e delle malattie cardiovascolari. La curcumina è un'ottima aggiunta alle diete antiossidanti, che sono ottime per la salute a lungo termine. La curcumina può essere in grado di bloccare la proliferazione cellulare e l'angiogenesi in diverse fasi dello sviluppo di vari tipi di cancro.

Proprietà antinfiammatorie

La curcumina è un composto antinfiammatorio e antiossidante. Il cosiddetto "diferuloilmetano" è un ottimo esempio di questo composto. La curcumina, un antinfiammatorio naturale che trae la sua forza dalle proprietà antiossidanti naturali, è una scelta eccellente. Questo pigmento blocca le attività di NF Kappa B (un fattore di trascrizione) e della ciclossigenasi. Entrambi svolgono un ruolo importante in molti processi infiammatori e sono coinvolti nel processo infiammatorio.[4]

È stato dimostrato che la curcumina è efficace contro i sintomi dell'artrite. La curcumina è in grado di bloccare l'attività di molte molecole. La molecola può essere utilizzata come integratore alimentare grazie alla sua sicurezza. È in fase di studio anche per le malattie autoimmuni.

Pigmento anti-obesità

La curcumina, un principio attivo, è spesso consigliata per il dimagrimento. È particolarmente efficace nel bruciare i grassi accumulati. È stato dimostrato che è in grado di ridurre il grasso corporeo. È inoltre noto che riduce l'infiammazione degli adipociti (cellule che immagazzinano il grasso).

Come hanno dimostrato le prime ricerche degli anni '70, la curcumina può abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Questi studi dimostrano che la curcumina attiva l'adenosina monofosfato chinasi, con conseguente riduzione dei livelli di zucchero nel sangue.[5] La curcumina, allo stesso modo, riduce l'infiammazione e migliora la funzione epatica e la resistenza all'insulina.[6]

Gli effetti della molecola sugli organi

I ricercatori sono ancora incuriositi dai numerosi benefici per la salute della curcumina, che è stata oggetto di numerosi studi. Alcuni studi dimostrano gli effetti positivi della curcumina sul sistema nervoso. Questa molecola conserva gli omega 3 (DHA) del tessuto cerebrale. Stimola gli enzimi coinvolti nella produzione di questo acido grasso. Il DHA è essenziale per la protezione del cervello. È inoltre efficace nella prevenzione di disturbi cognitivi come l'ansia, la depressione e il morbo di Alzheimer.[7]

Gli studi hanno dimostrato che la curcumina ha molti effetti positivi sulla salute e aiuta a combattere lo stress. Le persone affette da stress acuto possono trarre beneficio dall'integrazione di curcumina. Offre risultati simili a quelli dell'imipramina.

Il suo impatto sulla salute cardiovascolare

Studi clinici hanno dimostrato che la curcumina protegge la salute cardiovascolare, in particolare il tessuto cardiaco. Blocca l'attività della proteina 300, un'istone acetiltransferasi che promuove l'infiammazione, le malattie cardiache, l'insufficienza cardiaca e l'ipertrofia cardiaca.[8] È stato inoltre dimostrato che l'integrazione di curcumina migliora la pressione sanguigna nelle donne in postmenopausa.

Sembra che il principale principio attivo della curcuma possa anche contribuire a ridurre i trigliceridi nel sangue. Gli studi condotti in questo ambito hanno dimostrato che l'assunzione giornaliera di questa molecola porta a una riduzione di quasi 47% del colesterolo nel sangue.[9]

Curcumina per la gotta?

Grazie alla sua potente proprietà antinfiammatoria naturale, la curcuma può contribuire a ridurre l'infiammazione della gotta. Inoltre, in quanto super antiossidante, l'attività analgesica della curcumina può ridurre il dolore e il gonfiore negli attacchi di gotta.

La curcumina è in grado di apportare miglioramenti significativi alla salute del metabolismo che, se deprezzato, rappresenta un rischio per lo sviluppo di alti livelli di acido urico e gotta.

Basse dosi di curcuma nella dieta possono essere utilizzate negli alimenti per contrastare la gotta. Ma per scopi terapeutici, è meglio assumere integratori di curcuma con 95% curcumina attiva e biodisponibile.

Scoprite una combinazione potente: Curcumina + Boswellia.

curcuma curcuma

Rimedi casalinghi per la gotta

La curcumina è la stessa cosa della curcuma?

La curcuma è composta da amido, oli essenziali e curcuminoidi. La curcumina è il componente essenziale di quest'ultima categoria. I produttori di integratori alimentari hanno sviluppato prodotti iperconcentrati in curcumina, avvicinandosi alla curcumina pura.

La curcumina, che è il composto principale della curcuma (rappresenta l'80% di tutti i curcuminoidi presenti nella spezia), è il pigmento che conferisce a questo rizoma il colore giallo-arancio.

Che cos'è la curcuma?

La curcuma, o Curcuma longa, è davvero una spezia all'altezza della sua fama: la spezia della lunga vita! E questo è solo l'inizio, visto che sempre più studi di laboratorio confermano sempre di più ciò che la medicina tradizionale ci insegna.

Conosciuta anche come zafferano indiano o spezia dorata, è una pianta che cresce in Asia e in America centrale. Il colore giallo brillante della curcuma lavorata ha ispirato molte culture a usarla come colorante, ma la curcuma macinata è anche un ingrediente importante per il cibo e la medicina.

La curcuma viene utilizzata da oltre 4.000 anni come medicinale contro una serie di disturbi. Originaria dell'India, viene spesso utilizzata nell'ambito della medicina tradizionale cinese e indiana, nota come Ayurveda, come antinfiammatorio e per il trattamento di problemi digestivi ed epatici.

Il principale ingrediente attivo della curcuma è la curcumina. La curcumina riduce i livelli di due enzimi che causano l'infiammazione. Il colore giallo comunemente associato alla curcuma è dovuto alla curcumina.

La Curcuma è un antiossidante?

La curcumina, il principale ingrediente attivo della curcuma, ha potenti effetti antinfiammatori ed è un forte antiossidante. Gli antiossidanti aiutano a combattere i radicali liberi che possono danneggiare o uccidere le cellule del corpo.

L'elevato contenuto di antiossidanti della Curcuma aiuta a proteggere l'organismo dagli effetti dello stress ossidativo e dell'invecchiamento precoce, e quindi da tutti i disturbi associati all'invecchiamento, il che rende la curcuma una spezia benefica per i dolori articolari.

La curcuma mostrerebbe virtù lenitive che agiscono direttamente sulle articolazioni alleviando i fastidi articolari e facilitando la flessibilità delle ruote di mobilità. Si consiglia di consumarla regolarmente come misura preventiva per preservare la cartilagine articolare.

Per quali rimedi casalinghi è utile la curcuma?

La curcuma ha guadagnato popolarità negli ultimi anni come rimedio casalingo per la gotta ed è considerata da molti un superfood. La curcuma è un'erba che appartiene alla famiglia dello zenzero.

È la sua proprietà antimicrobica a rendere la curcuma un efficace rimedio casalingo. La curcumina è nota nella comunità della salute alternativa per le sue attività antinfiammatorie, antivirali, antiossidanti, antitumorali, antimicotiche e antibatteriche.

È stato un centro di attrazione per il potenziale trattamento di una serie di malattie tra cui il cancro, il morbo di Alzheimer, il diabete, le allergie, l'artrite e altre malattie croniche, quindi anche per la gotta, che è un tipo di artrite.

Oltre a combattere l'infiammazione, la curcuma ha promettenti benefici per i reni. Questo è particolarmente importante per i pazienti con reni poco funzionanti, come i diabetici. Chi soffre di gotta deve prestare particolare attenzione alla salute dei reni, che sono l'organo responsabile dell'espulsione dell'acido urico dal corpo. Se i reni non funzionano correttamente, sarà più difficile eliminare l'acido urico. L'acido urico si accumulerà nel corpo, aumentando il rischio di un attacco di gotta.

La curcumina per la gotta può essere assunta sotto forma di polvere, tè, capsule o anche compresse. È possibile assumere da 300 mg a 600 mg di estratto standardizzato di curcuma 3 volte al giorno per ridurre il dolore o l'infiammazione della gotta.

Che cosa fa la curcumina per l'organismo?

Gli effetti della curcuma vanno distinti in due categorie: quelli riconosciuti dalla scienza occidentale e quelli non riconosciuti ufficialmente dalla scienza occidentale, ma utilizzati nelle medicine tradizionali straniere, come ad esempio nella medicina ayurvedica indiana, dove è chiamata la spezia della lunga vita.

La curcuma è una spezia dalle molte proprietà, preventive e curative, utilizzata soprattutto per le sue virtù antinfiammatorie e antiossidanti. La curcumina, il principio attivo della curcuma la cui molecola è meglio assorbita dall'organismo, ha molti benefici. Riduce l'infiammazione, lo stress ossidativo e la disfunzione mitocondriale e aumenta la sensibilità all'insulina o l'assorbimento del glucosio.

Oltre a combattere l'infiammazione, la curcuma ha promettenti benefici per i reni, per la prevenzione di alcuni tipi di cancro e per la protezione dalle malattie legate all'invecchiamento.

Qual è il modo migliore per consumare la curcumina?

La curcumina è l'ingrediente attivo della curcuma e possiede potenti proprietà biologiche. La medicina ayurvedica, un sistema di trattamento tradizionale indiano, raccomanda la curcuma per una serie di condizioni. Tra queste, il dolore cronico e l'infiammazione. La medicina occidentale ha iniziato a studiare la curcuma come analgesico e agente curativo.

Può essere consumata in capsule, tè, polveri ed estratti.

La curcumina riduce l'infiammazione?

La proprietà più importante, quella che ha reso la curcuma un'importante pianta medicinale: la sua capacità di ridurre l'infiammazione, ovunque essa sia.

I costituenti della curcuma possono arrivare anche in luoghi dove poche sostanze riescono a penetrare, ad esempio nell'ambiente cerebrale. Questo ambiente è protetto dalla barriera emato-encefalica che lascia passare ben poco.

La curcuma è quindi un cosiddetto "antinfiammatorio sistemico", cioè agisce in tutto il sistema per calmare l'infiammazione. Se riuscite a comprendere questo punto, potete capire perché vale la pena incorporare regolarmente la curcuma nella vostra vita. È un incredibile protettore.

Quanto fa bene la curcuma alle articolazioni?

La curcuma presenta virtù lenitive che agiscono direttamente sulle articolazioni alleviando i fastidi articolari e facilitando la flessibilità delle ruote di mobilità. Anche in questo caso, è consigliabile consumarla regolarmente come misura preventiva per preservare la cartilagine articolare.

La curcumina è utile per la gotta?

Se da un lato la curcuma è una spezia gustosa e nutriente da consumare, dall'altro è stata tradizionalmente utilizzata nella medicina ayurvedica e cinese per curare malattie della pelle, ferite, disturbi digestivi, patologie del fegato e soprattutto infiammazioni come la gotta e l'artrite.

La curcuma è utile nel trattamento e nel sollievo della gotta, in quanto aiuta ad alleviare il dolore e può ridurre l'accumulo di acido urico. Può prevenire l'insorgere di attacchi di gotta.

In effetti, la curcumina è un modo sicuro ed efficace per aiutare a trattare la gotta (e/o i tofi) alleviando il dolore e il gonfiore, poiché la curcumina è un potente antinfiammatorio.

Come usare la curcuma per la gotta?

Le infusioni possono essere assunte a scopo preventivo, ma questo è anche il modo migliore per assumere la curcuma a scopo curativo.

Mettere in infusione da 1 a 2 g di curcuma in polvere con 3 o 4 grani di pepe nero in 150 ml di acqua bollente per 10-15 minuti. Bevete 2 tazze al giorno. Si può anche far bollire una radice di curcuma per 3 minuti, quindi lasciare in infusione il decotto per 10 minuti. Berne 2 o 3 tazze al giorno.

La curcuma aiuta a combattere l'acido urico?

L'acido urico è un normale risultato della distruzione delle cellule morte e della digestione. Si tratta quindi di un normale processo biologico. Viene eliminato attraverso l'urina. Purtroppo capita che l'organismo produca troppo acido urico. Questo fenomeno è chiamato iperuricemia.

Due patologie molto dolorose sono spesso associate all'eccesso di acido urico: i calcoli urinari e la gotta:

  • I calcoli urinari compaiono per l'effetto combinato di un eccesso di acido urico e di un'eccessiva acidità dell'urina dovuta alla mancanza di idratazione. I cristalli si formano e bloccano i reni. Un eccesso di acido urico è la causa del 10% dei calcoli urinari.
  • La gotta è il risultato della formazione di cristalli intorno alle articolazioni. Essi causano un attacco di gotta, un dolore violento spesso all'alluce.

Una dieta equilibrata è la prima contromisura per alleviare queste patologie. Essa prevede l'eliminazione di alcolici, salumi e una maggiore proporzione di carni bianche e verdure nella dieta. Si raccomanda inoltre di svolgere una regolare attività fisica e di idratarsi abbondantemente.

La gotta è un tipo di artrite causata dall'accumulo di acido urico nel corpo, sia perché l'organismo non riesce a smaltirlo efficacemente sia perché ne produce quantità eccessive.

La curcumina, estratta dalla curcuma, agisce come agente antiossidante e migliora la salute metabolica e la funzione renale al fine di ridurre i livelli di acido urico. Pertanto, l'azione della curcumina contribuisce a ridurre i livelli di acido urico e regola l'attività delle proteine legate al trasporto dell'acido urico. Inoltre, aumenta l'escrezione di acido urico nelle urine.

La curcumina è quindi un ingrediente funzionale che offre una protezione contro il consumo di fruttosio e l'iperuricemia associata, ovvero l'aumento dei livelli di acido urico.

La curcumina è utile per l'infiammazione articolare?

Quando si verifica un'infiammazione in un'articolazione, il corpo produce proteine infiammatorie (chiamate citochine) e molte di queste sono controllate da una molecola chiamata NF-κB. È come una spina che accende e spegne questi geni. Il trattamento dell'artrite con corticosteroidi e farmaci antinfiammatori inibisce NF-κB. La ricerca mostra che la curcuma potrebbe avere lo stesso effetto: inibisce NF-κB e spegne molte molecole infiammatorie.

Le ricerche suggeriscono che la curcumina è anche in grado di colpire specifiche cellule infiammatorie e di bloccare alcuni enzimi che portano all'infiammazione.

Infatti, la curcumina è un potente antiossidante che possiede proprietà antinfiammatorie e analgesiche molto efficaci, ed è questa azione che ci interesserà nel contesto delle articolazioni dolorose e delle malattie reumatiche. Il consumo di curcuma riduce l'infiammazione e quindi il dolore e il fastidio che le malattie articolari provocano. Il rizoma è anche un rimedio naturale centrale nella medicina ayurvedica, la medicina tradizionale indiana, e nella medicina tradizionale cinese, contro i problemi articolari.

La curcuma è efficace contro l'infiammazione dell'intera articolazione (artrite, artrite reumatoide e tutti i reumatismi infiammatori), contro l'infiammazione dei tendini (tendinite) e della borsa (borsite). Gli studi hanno dimostrato che la curcuma è un'ottima alternativa ai farmaci antinfiammatori non steroidei e agli antidolorifici, a volte persino più efficace.

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e al suo enorme ruolo nella protezione dei reni, è un potente alleato per i dolori articolari e la gotta.

Quanto tempo impiega la curcumina per ridurre l'infiammazione?

Lo studio clinico dimostra che la curcumina può ridurre i sintomi degli attacchi di gotta già a partire da 24-48 ore ed è efficace quanto i farmaci antinfiammatori non steroidei nell'alleviare il dolore. A volte, è necessaria 1 settimana per diminuire 40-60% il sollievo dal dolore della gotta. Senza contare che l'azione della curcumina si applica in modo sistemico per combattere l'infiammazione.

La durata di una cura di curcuma è molto variabile, in genere fino a quando l'infiammazione si calma. Se si ha un problema cronico, si deve assumere la curcuma a lungo termine, per diverse settimane, poi quando l'infiammazione diminuisce, si può fare una pausa e ricominciare quando si nota che l'infiammazione ritorna. In generale, però, si tratta di assumerla ogni giorno a lungo termine. A dosi elevate, si può fare una cura di curcuma piuttosto lunga, fino a 3 mesi, seguita da una pausa.

Cosa sapere sull'infiammazione?

L'infiammazione è una parte normale della reazione immunitaria dell'organismo; ne abbiamo bisogno, ma con moderazione. Tuttavia, quando sfugge al controllo, come nel caso dell'artrite reumatoide, può danneggiare l'organismo. Sorprendentemente, gli alimenti hanno un ruolo eccellente per la salute generale e lo stesso vale per il controllo dell'infiammazione.

Perché aggiungere alla propria dieta alimenti anti-infiammatori?

L'aggiunta di verdure anti-infiammatorie alla vostra dieta quotidiana è molto più di una moda passeggera ed è un ottimo motivo per esplorare alcuni di questi trattamenti naturali contro l'infiammazione.

La ricerca odierna indica che la vitamina E antiossidante può proteggere l'organismo da alcune molecole infiammatorie. Il modo migliore per ottenere questa vitamina sono le verdure scure, come ad esempio le verdure di collard, inoltre, anche queste possono essere essenziali per il benessere umano.

Cosa sono le verdure anti-infiammatorie?

Per quanto riguarda le verdure anti-infiammatorie, i nutrizionisti raccomandano i peperoni colorati e i pomodori, praticamente in qualsiasi piano dietetico. Questo perché hanno grandi quantità di vitamine antiossidanti e un basso contenuto di amido. I peperoni, ad esempio, sono disponibili in diverse tonalità e colori.

I peperoni del Cile sono ricchi di capsaicina, una delle sostanze chimiche generalmente utilizzate nelle lozioni topiche per ridurre l'infiammazione e il dolore. Possono anche essere raggruppati nell'elenco degli ortaggi anti-infiammatori a base di belladonna, ma spesso stanno in piedi da soli. Tuttavia, è riconosciuto che funzionano per alcuni individui, perché gli esseri umani differiscono per quanto riguarda la composizione del loro corpo e la loro risposta.

Come combattere l'infiammazione?

Le barbabietole e il succo di barbabietola non solo riducono l'infiammazione, ma proteggono anche l'organismo dal cancro e dalle malattie cardiovascolari grazie ai livelli più elevati di integratore C. Tuttavia, una frase di cautela: se state assumendo farmaci contro lo stress del sangue e bevete il succo, assicuratevi di farvi controllare regolarmente la pressione sanguigna.

La curcuma può combattere l'infiammazione del corpo?

Si tratta di spezie tipiche della preparazione dei cibi indiani e asiatici, utilizzate da migliaia di anni. È noto che alcuni degli elementi principali della curcuma, la curcumina, sono un ottimo supporto per la capacità di combattere le malattie e la digestione degli alimenti.

Ogni volta che si utilizza un integratore di zenzero, la curcuma spegne uno degli elementi proteici del corpo che sono riconosciuti per innescare la procedura di infiammazione.

Cosa mangiare per l'infiammazione?

Fondamentalmente, qualsiasi sostanza che sia salutare per il centro può essere buona per l'infiammazione, come i grassi di origine vegetale come l'olio d'oliva. È stato scoperto che l'olio d'oliva vergine supplementare contiene un composto che ha effetti simili a quelli degli antidolorifici FANS, motivo per cui è il migliore per controllare l'infiammazione.

La tecnologia medica ha stabilito che l'olio d'oliva vergine supplementare è tra gli alimenti più salutari che possiamo aggiungere alla nostra dieta. In generale, ci sono molti alimenti naturali che possono sostituire le verdure anti-infiammatorie, ma a causa della disponibilità e dei vantaggi per la salute che le verdure comportano: È meglio includerle in ogni porzione.

Fonti

I bersagli molecolari e gli usi terapeutici della curcumina nella salute e nella malattia

I bersagli molecolari e gli usi terapeutici della curcumina nella salute e nella malattia

Springer Science & Business Media. 2012

Gli usi medicinali della curcumina (chiamata anche curcuma) sono noti e descritti da oltre 5000 anni. Numerose ricerche recenti suggeriscono che la curcumina è potenzialmente utile nel trattamento delle malattie infiammatorie, attraverso la modulazione di numerosi bersagli molecolari. Questa è la prima monografia che si concentra sull'uso potenziale della curcumina nel trattamento di cancro, diabete, malattie cardiovascolari, artrite, Alzheimer, psoriasi e altro ancora.

La curcumina nella salute e nella malattia

La curcumina nella salute e nella malattia

MDPI. 2019

Il polifenolo di origine vegetale curcumina è stato utilizzato per promuovere la salute e combattere le malattie per migliaia di anni. I suoi effetti terapeutici sono stati utilizzati con successo nella medicina ayurvedica e nella medicina tradizionale cinese per trattare le malattie infiammatorie. I risultati attuali della moderna ricerca biomolecolare rivelano gli effetti modulatori della curcumina su una serie di vie di trasduzione del segnale associate all'infiammazione e al cancro. In questo contesto, la curcumina ha effetti antiossidanti,...

Curcuma Curcumina Cure

Curcuma Curcumina Cure

Speedy Publishing LLC. 2014

Stanchi di "cure" naturali che non portano a nulla? Cercate un rimedio naturale affidabile e basato sui fatti? Non cercate oltre! La medicina moderna e la salute naturale sono spesso in contrasto, ma non sempre. Questo ultimo volume della serie Miracle Healers from the Kitchen di Sharon Daniels approfondisce i fatti sulla curcuma. Questa spezia miracolosa è oggetto di oltre 1.000 studi medici e ha convinto numerosi medici e scienziati che alcune erbe sono davvero miracolose....

  1. E. Mosquewa, "Influenza della piperina sulla farmacocinetica della curcumina in animali e volontari umani", Journal of Food Science and Technology, [online] 2003, 6(3), pp.91-104
  2. Q. Goldberg & Y. Jitian, "Efficacy of Turmeric Extracts and Curcumin for Alleviating Pain Symptoms" (Efficacia degli estratti di curcuma e della curcumina per alleviare i sintomi del dolore), BioMed Research International, [online] 2020, pp.2-9. doi:12.1165/2020/4470603.
  3. P. Jittian, "Curcumin: a Review of its Effects on Human Health", National Center for Complementary and Integrative Health, [online] 2010, 104(3), pp.110-123. doi:9.1015/nccih.2007.02.020.
  4. O. Katz, "Efficacia degli estratti di curcuma e della curcumina per alleviare i sintomi dell'artrite articolare: A Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Clinical Trials", Journal of Medicinal Food, [online] 2004, 109(2), pp.101-213. doi:9.1014/jmf.2004.02.010.
  5. U. Robert, G. Moulech, Y. Isager, "Therapeutic Roles of Curcumin: Lessons Learned from Clinical Trials", Frontiers in Pharmacology, [online] 2001 9. doi:8.3287/fphar.2018.701865.
  6. H. Vickery, Turmeric, "The Golden Spice of Life", Office of Dietary Supplements, [online] 1997 15(2), pp.725-731. doi:8.1005/s12311-010-0287-2.
  7. S. McGlery & X. Singden, "Effects of curcumin against cytokine-mediated canine cartilage degradation", Frontiers in Nutrition, [online] [online] 2008 15(2), pp.105-117. doi:9.1006/s12312-011-02012-w.
  8. W. Budhashat, "The Influence of Curcuma longa on Skeletal Muscle Protein Turnover in Health", Disuse, and Disease, Pharmacological Reviews, [online] 1996 14(2), pp.113-121. doi:9.1006/phr12312-011-01213-x.
  9. Sun L, Qian S, Ma Y, et al. Il sovraccarico di ferro influisce negativamente sull'ematogenesi del midollo osseo tramite SIRT-SOD2-MROS in un processo migliorato dalla curcumina. Cellular & Molecular Biology Letters. 2021, 26(1): 1-15 P Visualizza in: Sito dell'editore

2 Commenti

  • Dan
    Inviato 1. Novembre 2022 a 12:47

    Non sapevo che la curcumina fosse una pianta naturale così buona per la salute. Viene utilizzata come antinfiammatorio, antivirale, antiossidante, antitumorale, antimicotico e antibatterico. Sono incredibili tutti i suoi benefici! Sono sicuro che la curcumina mi aiuterà a combattere la gotta cronica di cui soffro da 3 anni. Grazie per questo articolo così importante per coloro che soffrono di questa dolorosa malattia!

  • Fernando
    Inviato 25. Aprile 2023 a 17:50

    Ora so come combattere la gotta! Questo articolo mi ha aiutato molto. L'alimentazione naturale può aiutarci a combattere le malattie e le persone dovrebbero saperlo.

Lascia un commento