Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

La gotta può essere curata completamente?

Sì, la gotta è una malattia curabile. La gotta può essere curata se trattata correttamente. In effetti, è l'unica malattia reumatologica che può essere curata. La chiave del successo è accettare il trattamento a lungo termine, senza scoraggiarsi.

Questo trattamento a lungo termine combina una terapia farmacologica che abbassa il livello ematico di acido urico, chiamata farmaco ipouricemizzante, e semplici misure per ridurre i fattori di rischio e gli errori alimentari.

È necessario raggiungere un livello adeguato di acido urico nel sangue per sciogliere gradualmente i cristalli, far scomparire i sintomi e prevenire a lungo termine danni irreparabili alle articolazioni.

La prevenzione e il trattamento del dolore sono positivi per i pazienti, ma non affrontano il disturbo che causa la gotta.

Per curare definitivamente la gotta è necessario sciogliere questi accumuli cristallini con i farmaci appropriati, e questo non si ottiene in pochi giorni o settimane, ma grazie a un trattamento ben condotto per mesi e anni, a seconda di ogni paziente. Il deposito di cristalli di acido urico si risolve solo con una terapia farmacologica costante, supervisionata da un medico, e con abitudini di vita sane.

Il trattamento ipouricemizzante è un trattamento farmacologico che normalizza l'uricemia abbassando la quantità di acido urico. Favorisce la dissoluzione e la prevenzione della formazione di microcristalli nelle articolazioni o nei reni. Questo trattamento deve essere continuato il più a lungo possibile e deve essere associato a correzioni dietetiche. Si consiglia di iniziare il trattamento in caso di attacchi di gotta ricorrenti, di artrite gottosa, di tofus o di coliche renali.

Per ridurre l'acido urico nel sangue, si può diminuirne la produzione o aumentarne l'eliminazione. Esistono farmaci in grado di bloccare la produzione di acido urinario e di farmaci che favoriscono l'eliminazione degli acidi urici da parte dei reni.

Questa terapia ipouricemizzante mira ad abbassare i livelli di uricemia nel sangue raggiungendo un livello inferiore a 60 mg/l (360 Umol/l), e addirittura inferiore a 50 mg/l per le gocce con tofo (300 Umol/l). Questo numero viene utilizzato come linea guida per aumentare le dosi giornaliere di farmaco. Rappresenta anche un valore target.

Il rapido calo dell'acido urico può paradossalmente causare attacchi di gotta all'inizio del trattamento di fondo. Questo perché provoca la fuoriuscita di microcristalli dalla cavità articolare. Questi attacchi sono normali e comuni. Questi attacchi sono normali e sono un segno che il trattamento sta funzionando. Questi non devono essere utilizzati per interrompere la terapia ipouricemizzante, in quanto potrebbero portare a una ricaduta. Questi inconvenienti temporanei devono essere accettati. Il trattamento per prevenire gli attacchi può ridurli o eliminarli.

Pertanto, si raccomanda di prescrivere un trattamento anti-crisi, in particolare la colchicina, entro i primi sei mesi di terapia ipouricemizzante. Talvolta, questa può essere prolungata oltre il periodo di 6 mesi, a seconda del consiglio del medico curante o del reumatologo.

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media 4.6 / 5. Conteggio dei voti: 19

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento