Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Quali sono le strategie per fermare gli attacchi di gotta?

La gotta è una condizione dolorosa che colpisce oltre 6 milioni di persone negli Stati Uniti. Le opzioni terapeutiche disponibili sono numerose e ogni persona è diversa. La gotta è una condizione in cui l'organismo non riesce a espellere gli acidi urici attraverso i reni. Ne consegue un accumulo di acido urico che provoca la formazione di cristalli monosodici nelle articolazioni e nei tessuti molli circostanti. Questo può causare dolore e gonfiore intensi, oltre che infiammazione. La gotta colpisce di solito rapidamente, spesso di notte.

Attacchi di gotta

Questi attacchi possono durare da 2 a 10 giorni prima di cessare. Per alcune persone è la fine, ma in altre possono verificarsi attacchi secondari. Per questo motivo è necessario un trattamento. I farmaci profilattici e un'attenta pianificazione della dieta possono aiutare a prevenire la gotta. Tra questi, bere molta acqua, perdere peso e consumare con moderazione gli alimenti ad alto contenuto di purine. La prevenzione della gotta è possibile con tutte queste misure. Se avete avuto più di un attacco di gotta e il secondo si è risolto, spesso vengono prescritti farmaci che prevengono i futuri attacchi di gotta.

L'allopurinolo (Zyloprim o Aloprim) riduce gli acidi urici diminuendone la produzione da parte dell'organismo. Agisce abbassando i livelli ematici di acido urico e prevenendo un nuovo attacco di gotta. Il probenecid agisce migliorando la funzionalità dei reni, che lo rendono più efficace nell'eliminare l'acido urico in eccesso. Gli effetti collaterali includono dolore allo stomaco, eruzioni cutanee e calcoli renali.

Prevenzione

La prevenzione della gotta non è possibile con cambiamenti nella dieta. Si può prendere in considerazione il consumo di alimenti con un livello inferiore di purine. Ridurre il consumo di carne rossa e di frutti di mare. Ridurre il consumo di carne rossa e di frutti di mare. Sostituire i carboidrati bianchi con cereali integrali. Per perdere peso, mangiare porzioni più piccole e aumentare l'attività fisica. La perdita di peso può essere un buon modo per ridurre i livelli di acido urico nel sangue.

Il digiuno è sconsigliato perché può aumentare i livelli di acido urico. È importante limitare l'assunzione di purine. Non devono essere eliminate completamente, ma devono essere consumate con moderazione. Le ricerche hanno dimostrato che una dieta a basso contenuto di purine non fa alcuna differenza. Seguite i trattamenti raccomandati, bevete acqua frequentemente e mantenete i livelli di acido urico al di sotto dei livelli pericolosi.