Vai al contenuto Vai alla barra laterale Passa al piè di pagina

Sintomi della gotta?

Scoprite tutti i sintomi della gotta in questo articolo!

La gotta è un'infiammazione delle articolazioni causata da depositi di cristalli di acido urico. Questa sostanza deriva dalla scomposizione degli alimenti, in particolare di quelli di origine animale. I reni di solito eliminano l'acido urico. I reni di solito eliminano l'acido urico in eccesso dal sangue. Tuttavia, se gli acidi urici sono in eccesso nel sangue, possono accumularsi nelle articolazioni e causare infiammazioni. Questo fenomeno è chiamato attacco di gotta. Si tratta di una condizione più comune negli uomini. È rara nelle donne e si verifica solo dopo la menopausa.

Chi soffre di gotta viene spesso svegliato da dolori improvvisi agli alluci nel cuore della notte. Il dolore notturno potrebbe essere causato dall'accumulo di liquido nelle articolazioni durante il giorno. Questo liquido lascia l'articolazione più velocemente degli acidi urici quando la persona si sdraia. Ciò aumenta la concentrazione dell'acido e lo rende più suscettibile alla formazione di cristalli.

Di solito è insopportabile e peggiora con la mobilizzazione e la palpazione. Il dolore è intenso e l'articolazione diventa rossa, calda e gonfia. Il dolore di solito si attenua nel giro di pochi giorni. Prurito e desquamazione delle dita dei piedi. È possibile che l'attacco si ripeta a distanza di mesi o addirittura anni. Si può anche avvertire dolore al dito, al gomito o al ginocchio.

Talvolta, altri sintomi di crisi includono:

  • Febbre
  • Aumento della frequenza cardiaca (tachicardia)
  • Sensazione di malessere generale
  • Brividi (non spesso)

Il primo attacco coinvolge solitamente un'articolazione e può durare alcuni giorni o una settimana.

I sintomi scompariranno gradualmente. I sintomi scompaiono e l'articolazione torna a funzionare normalmente. Gli attacchi non trattati possono diventare più gravi e più frequenti, oltre a interessare più articolazioni. Un attacco che non viene trattato può portare ad attacchi successivi che durano fino a tre settimane. Una febbre superiore a 38,3 gradi centigradi, insieme a sintomi quali brividi, debolezza, vomito ed eruzione cutanea, deve essere segnalata a un medico. Questo è particolarmente importante se la persona non ha mai avuto un attacco o ha avuto attacchi precedenti.

La gotta cronica è una condizione in cui i livelli ematici di acidi urici rimangono elevati.
La gotta può diventare cronica dopo ripetuti attacchi. Può anche portare alla deformazione delle articolazioni.

I danni alle articolazioni e ai tendini causati dai cristalli di acido urico riducono nel tempo il movimento delle articolazioni.

Rimedi casalinghi per la gotta

Quali sono i primi segni della gotta?

I segnali di allarme di un attacco di gotta sono possibili. Sono caratterizzati da un dolore moderato di un'articolazione con formicolio, fastidio e limitazione della mobilità. L'interesse del riconoscimento di questa fase da parte del paziente è di consentirgli di iniziare precocemente il trattamento antinfiammatorio dell'attacco gottoso.Gli attacchi di gotta possono anche cessare da soli senza trattamento. Tutto torna alla normalità senza effetti collaterali... fino al prossimo attacco. Chi soffre di gotta sperimenta alcuni attacchi nel corso degli anni. Saranno più frequenti del solito e si avvicineranno nei due anni successivi. Si tratta di gotta acuta.Per saperne di più: Quali sono i primi segni della gotta?

Come posso capire se ho la gotta?

Gli attacchi di gotta (soprattutto i primi) sembrano arrivare all'improvviso e sono accompagnati da arrossamento, dolore e gonfiore dell'articolazione interessata, generalmente l'alluce. In realtà, però, l'acido urico si è accumulato da tempo. Gli attacchi sono spesso scatenati da un improvviso innalzamento dei livelli di acido urico, che può essere causato da un pasto ad alto contenuto proteico, da una serata pesante (soprattutto se si è bevuta birra) o da un periodo di disidratazione. I sintomi compaiono spesso di notte e peggiorano nelle 8-12 ore successive. Sebbene il primo attacco si verifichi spesso alla base dell'alluce, la gotta può attaccare anche il ginocchio, il tallone, la caviglia o il piede. Il dolore associato alla gotta è persistente e intenso e il gonfiore non è sempre limitato all'articolazione inizialmente colpita.Per saperne di più: Come posso capire se ho la gotta?

Dove nasce la gotta?

Di solito viene colpita un'articolazione, soprattutto nei primi attacchi. In seguito, possono essere colpite più articolazioni, compresi i tendini (tendinite gottosa) o la borsite periarticolare (borsite gottosa).La zona più comunemente colpita è l'alluce. È rossa e calda. Dolore pulsante. Può durare alcuni giorni o settimane. Il primo attacco è solitamente più breve e meno intenso di quelli successivi.Per saperne di più: Dove nasce la gotta?

Dove fa male la gotta?

La sua localizzazione è generalmente l'alluce, ma può riguardare anche il ginocchio, la mano o l'anca. Inizia gradualmente, evolve progressivamente fino a diventare insopportabile (il paziente non riesce più a sopportare le sue lenzuola). Un attacco può durare da un giorno a diverse settimane.Per saperne di più: Dove fa male la gotta?

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento